domenica 10 marzo 2013

Gli strani incroci

Il 10 marzo del 1965 nasceva nell'Indiana Rod Woodson, cornerback e safety che ha lasciato al football pro un ricordo indelebile, soprattutto ai tifosi degli Steelers con cui fu selezionato per ben otto volte per il probowl, ma nella sua carriera ha collezionato svariati record ed attestati di stima come l'inserimento nella formazione ideale per i 75 anni della NFL e nella hall of fame nel 2009.
La sua capacità di corsa era così notevole da vederlo qualificato ai giochi olimpici di Los Angeles 1984, a cui rifiutò per continuare la carriera nel football.
A 36 anni, trasferitosi ai Ravens, ebbe infine la giusta ciliegina sulla torta vincendo il Supebowl XXXV.

Sempre il 10 marzo, ma del 2007 invece, si spegneva un altro difensore mitico per il football professionistico come Ernie Ladd, detto "the Big Cat", che quando fu selezionato dai Chargers nel 1961 poteva contare su un fisico eccezionale per i tempi, tanto da meritarsi il soprannome di cui sopra. Ladd è anch'esso diventato una icona di questo sport, inserito nella hall of fame dei Chargers con cui vinse il titolo AFL del 1963, un infortunio alla caviglia gli chiuse la carriera, facendo gli dedicare i successivi anni al wrestling.
Di lui, il centro dei Pats, Joh Morris, disse che era così enorme da oscurare il sole "era scuro, non vedevo i linebackers, non vedevo la porta, era come essere chiusi in un armadio".

Nessun commento:

Posta un commento